C A R I C A M E N T O

PIAZZA CASTELLO

PIAZZA CASTELLO TORINO

Piazza Castello

Bellezza unica

Piazza Castello importante sia per quanto riguarda la posizione, sia per i monumenti che la adornano: Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja; Palazzo Reale.

Il primo è patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO ed attualmente è l’edificio in cui è situato il Museo Civico D’Arte Antica (dal 1934).

Ha ben duemila anni di storia e divenne il simbolo del potere sabaudo fino al XVI secolo (quando il titolo passò nelle mani del Palazzo Reale). Il nome dell’edificio deriva da Madama Cristina di Borbone, che la abitava fino al 1663, e da Maria Giovanna Battista  di Savoia (per la quale venne disegnata la facciata) , che la occupò fino al 1724.

Si tratta della piazza centrale di Torino.

Anche il secondo fa parte del patrimonio dell’umanità UNESCO, è il simbolo del potere sabaudo insieme alla Reggia di Venaria Reale, la Palazzina di caccia di Stupinigi e il Castello del Valentino (parco più grande della città). Dal 2016 fa parte dei Musei Reali con l’Armeria Reale, il Museo d’antichità, il Palazzo Chiablese, la Galleria Sabauda e la Biblioteca Reale.

Per quanto riguarda gli interni, le sale del piano nobile sono decorate da immagini che rappresentano la dinastia reale. La facciata, invece, è costituita da una parte centrale adornata da due ali alte. Separa il Palazzo dal resto della piazza un grande cancello con le due famose statue di Castore e Polluce a cavallo.

Come la Gran Madre di Dio, anche Piazza Castello è considerata un punto positivo della città (probabilmente il più importante, visto che è proprio qui che si svolge il rito del Falò, per capire se sarà un anno proficuo o meno).

Il fulcro della magia bianca si trova dove sorge la fontana dei Tritoni del Palazzo Reale, questo perché quella zona segna il confine tra la città bianca e quella nera (il “bene” e il “male” della città).

[Voti: 0   Media: 0/5]