6 TENDE MODERNE PER INTERNI

Le tende, anche se sembrano essere gli ultimi elementi di arredo a cui pensare e vengono spesso trascurate, in realtà vanno progettate per tempo per creare un look complessivo perfetto, inoltre, possono essere molto utili per risolvere alcune problematiche di arredamento.

Le tende che per stile e look, si adattano meglio possono essere quelle arricciate in tessuti naturali, con leggeri trame a vista. Preferibilmente colori neutri e non troppo pesanti come giallo o rosso e con drappeggi sovradimensionati. In alcuni casi si possono usare le tonalità del verde e del blu ma comunque non accesi, in quanto sono colori che riempiono la stanza.

A ogni ambiente le sue tende

Per il soggiorno sono adatte delle tende morbide, mentre per la cucina quelle morbide o a rullo. In una stessa casa, la regola sarebbe di limitarsi a utilizzare non più di due modelli diversi, soprattutto per ambienti coincidenti come open space.

Per le camere da letto, risulta più adeguata una tipologia morbida con doppio telo in quanto di ha la possibilità di oscurare con più facilità quando necessario.

Per il bagno, le tipologie più adatte sono quelle a rullo, a pacchetto o a veneziana.

In commercio si trovano tanti modelli di tende, quali:

  • tende a pacchetto
  • tende a rullo
  • tende a pacchetto
  • tende a pannello
  • veneziane
  • tende morbide o arricciate

Le tende morbide sono le più diffuse e versatili soprattutto per porte finestre dal passaggio frequente.

Quelle a calate o teli, sono tende morbide frequenti in soggiorno o nelle stanze notte, cadono in modo sinuoso sul pavimento e si sposano bene con finestre e camere ampie.

Le tende morbide rendono l’ambiente meno spigoloso, più alto e più caldo soprattutto se toccano il pavimento, quindi risultano perfette per un appartamento contemporaneo. Per i modelli che sfiorano il pavimento, è consigliabile evitare tessuti che durante il lavaggio perdono le dimensioni di partenza, in quanto si modificherebbe l’aspetto generale della stanza.

Quelle a rullo sono utilizzate per finestre grandi in grado di oscurare senza drappeggi, sono adatte ad ambienti minimalisti, con colori semplici, e dove è necessaria igiene come bagni e cucine. In commercio ci sono anche delle tende a rullo con alternanza di fasce coprenti e fasce trasparenti, adatte per ambienti che necessitano di luce ma anche di privacy.

Questa tipologia può essere montate direttamente su vetro per una facile apertura delle ante.

La tenda a pacchetto si possono definire una via di mezzo tra quelle a rullo e quelle a telo.

Quelle a pannello sono costituite da pannelli rigidi scorrevoli, sono adatte per le grandi vetrate o per variare gli oscuramenti durante la giornata.

Le veneziane, invece, si trovano sia verticali che orizzontali, sono adatte soprattutto ad uffici, possono essere telecomandate o manuali.

Composizione e colori

Ci sono diverse possibilità nella composizione, dal telo singolo a quello doppio o triplo, e con tessuti di ogni tipo e bastoni di varie forme e materiali. I quali, nelle case moderne, tendono sempre più a scomparire o ad essere minimali come una cornice oppure un bastone dal design pulito, oppure, in presenza di controsoffitto si nascono i binari incassandoli.

La composizione può essere differente anche per controllare la luminosità o la privacy.

Per quanto riguarda i colori il consiglio è di non distaccarsi troppo dalle tonalità della camera, senza stravolgere la composizione cromatica, anche per quanto riguarda le tende con fantasia.

Se si sceglie un colore neutro (bianco, grigio, avorio, beige, tortora) non serve richiamare lo stesso negli elementi di arredo.

Se si vuole scegliere il colore bianco si può optare per tessuti leggeri o con trame da vedere in controluce, sempre con materiale naturali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *