PARETI DIVISORIE IN VETRO

Che si tratti di casa, ufficio o negozio, l’ottimizzazione degli spazi è necessaria per sfruttare al pieno tutte le potenzialità dell’ambiente.

Una tipologia di pareti divisorie ormai molto utilizzata sono quelle in vetro, una soluzione molto efficace sia dal punto di vista estetico che pratico, queste pareti offrono come caratteristiche la luminosità e la sensazione di maggiore spazio.

PERCHÈ SCEGLIERE PARETI VETRATE PER DIVIDERE GLI SPAZI

Le pareti divisorie in vetro sono molto apprezzate per: l’estetica, in quanto donano eleganza, ma non formalità, all’ambiente, e si adattano sia in ambienti dal design moderno e industrial che tradizionale; per la flessibilità, in quanto sono facilmente smontabili senza particolare dispendio economico; per la manutenzione relativamente facile in quanto la pulizia è possibile con dei normali prodotti per vetri; per l’illuminazione, in quanto il vetro permette l’ingresso di luce naturale e permette di limitare l’utilizzo di illuminazione artificiale; per la durabilità, in quanto sono resistenti a usura e permangono a lungo con una corretta manutenzione.

La scelta di una parete divisoria in vetro come elemento di separazione offre leggerezza visiva, permettendo di mantenere un senso di continuità e apertura all’interno degli spazi. Inoltre, il vetro temperato utilizzato garantisce resistenza e sicurezza, assicurando una divisione efficace senza compromettere la luminosità complessiva dell’ambiente.

A OGNI ESIGENZA LA SUA VETRATA

Per poter scegliere la parete divisoria in vetro bisogna fare molta attenzione alla destinazione d’uso in cui va inserita. Ci sono differenti tipologie di vetro, o lastre di cristallo, proprio in relazione all’ambiente in cui vanno inserite, ognuna con caratteristiche specifiche per acconsentire al trattamento adeguato e garantire la funzionalità desiderata.

  • Autoportanti: usate soprattutto in uffici e negozio, in quanto sono modulari, possono prevedere l’inserimento di porte e finestre con dei telai e possono non essere ancorate al soffitto.
  • Con telaio a muro: usate in ambienti che prevedono un ancoraggio o a parete o a soffitto. Esempi tipici sono la divisione tra sala da pranzo e zona soggiorno, oppure per lo sviluppo di una cabina armadio a vista all’interno della camera da letto, o ancora per le sale riunioni degli uffici.
  • Scorrevoli o a battenti: siano esse autoportanti o con telaio

Per le abitazioni private le pareti divisorie in vetro sono molto apprezzate per la loro luminosità e perché risultano essere una soluzione pratica a diverse problematiche; come la problematica di dividere due ambienti con diverse funzioni ma senza perdere quel contatto visivo tra i due, come appunto la sala da pranzo dalla zona living, o la cucina dalla sala da pranzo, oppure illuminare locali di servizio che altrimenti sarebbero bui. Si possono usare dei pannelli in vetro temperato, o lastra di cristallo, che possono spaziare sui livelli di trasparenza proprio in base alla destinazione d’uso, offrendo come vantaggi maggiori sicurezza e estetica.

Per gli uffici o i negozi le pareti divisori in vetro sono molto utilizzate proprio perché sono il giusto compromesso tra l’isolare completamente gli ambienti e le soluzioni open space molto di tendenza. Per le aziende questa soluzione risulta favorevole per tre motivi: la maggiore produttività dei lavoratori in quanto sono spinti a cooperare tra loro, anche l’insonorizzazione permette ai dipendenti di lavorare senza interferenze o distrazioni; il minore utilizzo di illuminazione artificiale; la privacy che, grazie all’utilizzo di un vetro satinato, viene garantita anche senza l’utilizzo di pareti divisorie tradizionali.

Sia che si tratti di separare spazi all’interno di un’azienda o di creare una divisione elegante in un ambiente domestico, le pareti vetrate consentono una separazione fisica senza sacrificare la luce naturale e il senso di apertura degli spazi.

I vantaggi delle pareti in vetro

Le pareti in vetro offrono numerosi vantaggi, tra cui la trasparenza che permette di mantenere la luminosità degli ambienti, creando una sensazione di continuità visiva. Questo materiale moderno e raffinato contribuisce a uno spazio luminoso e accogliente, ideale per uffici o ambienti domestici.

Oltre all’aspetto estetico, le pareti divisorie in vetro offrono anche un elevato livello di isolamento acustico, garantendo privacy e comfort ai lavoratori o residenti. Inoltre, sono facili da pulire e manutenere, risultando una scelta pratica e funzionale per dividere gli spazi.

Pareti divisorie: materiali e tipologie

Le pareti divisorie in vetro offrono una vasta scelta di materiali e tipologie che garantiscono soluzioni personalizzate per qualsiasi esigenza. Oltre al tradizionale vetro temperato, esistono alternative come il policarbonato che offrono resistenza e trasparenza.

  • Pareti divisorie in vetro temperato: Queste pareti sono realizzate con lastre di vetro temperato, che offrono trasparenza e luminosità agli ambienti.
  • Pareti divisorie in cartongesso: Le pareti divisorie in cartongesso sono molto versatili e possono essere realizzate su misura per adattarsi a qualsiasi spazio.
  • Pareti divisorie in acciaio e vetro: Questo tipo di pareti unisce la robustezza dell’acciaio alla trasparenza del vetro.

Le pareti scorrevoli in vetro sono particolarmente apprezzate per la loro versatilità e funzionalità, consentendo di separare gli ambienti in base alle necessità del momento. Grazie a sistemi di pareti innovativi, è possibile creare divisioni fisse o mobili a seconda delle esigenze di spazio.

Alcuni esempi di come le pareti divisorie possano essere utilizzate in diversi contesti per creare spazi funzionali e luminosi:

  • Ufficio aziendale moderno: Le pareti divisorie in vetro sono comunemente utilizzate negli uffici aziendali per creare spazi separati senza sacrificare la luce naturale.
  • Studio medico: Nei centri medici e negli studi medici, le pareti divisorie in vetro offrono privacy ai pazienti senza sacrificare la trasparenza e la luminosità.
  • Sala conferenze: Le pareti divisorie in vetro sono ideali per le sale conferenze e le aree di riunione.

ALTERNATIVE AL VETRO

Oltre al vetro si sono diffusi anche altri materiali alternativi al vetro come il plexiglas, un materiale polimerico più leggero del vetro che è trasparente e infrangibile.

Le pareti divisorie possono essere totalmente in vetro oppure presentare un telaio in alluminio, legno o ferro, combinando estetica e funzionalità grazie alla possibilità di inserire mobili o accenti decorativi, offrendo così un duplice vantaggio. La scelta del telaio è importante in quanto deve essere adeguato allo stile del resto della casa e deve anche essere di alta qualità. I telai in alluminio sono leggeri, rigidi e resistenti alla corrosione grazie ad anodizzazione o verniciatura a polvere, vengono tipicamente usati in uffici o negozi, offrendo il vantaggio di una finitura resistente che acconsente al trattamento lungo termine. I telai in legno, dallo stile classico, donano eleganza e sono usati in case o ristoranti e vengono trattati con degli oli naturali per poter avere resistenza all’umidità, questo trattamento permette di offrire un importante vantaggio nella durata e nella manutenzione. I telai in ferro, invece, sono molto utilizzati all’interno di appartamenti dallo stile moderno o industrial.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *