C A R I C A M E N T O

LA SCELTA DEI SANITARI

 I BAGNI CON LA SCELTA DEI SANITARI SECONDO IL PROGETTO

SCELTA DEI SANITARI
L’ambiente bagno è in cima alle priorità di una ristrutturazione poiché è un luogo di benessere in cui trascorriamo dai 30 ai 60 minuti al giorno.

Secondo i Regolamenti Edilizi vigenti almeno un bagno dell’alloggio deve disporre di una doccia o vasca, del Wc, del bidet e del lavandino.

I sanitari possono essere eseguiti in differiti forme, colori o grandezza.

Sospesi

Sono leggeri e i più pratici poiché più liberi nella parte inferiore: possono essere puliti facilmente. Il fissaggio avviene mediante staffe in acciaio che vengono tassellate al muro. Per questi sanitari è necessario uno scarico a parete.

Da appoggio a terra

Questi presentano una base che permette di collegare allo scarico a terra. Possono essere o addossati al muro o essere collegari con tubatura a vista. Solitamente rientrano tra i più economici.

Scelta dei sanitari a filo muro

Sono adatti a qualsiasi posizione di scarico e sono la via di mezzo tra il design dei sospesi e l’ingombro degli standard d’appoggio.

Nella scelta dei sanitari sono vincolanti le dimensioni e lo stile. Solitamente si utilizzano in ceramica bianchi ma sono presenti sul mercato dei colori più vari.

Tra le alternative si può optare anche per i shower toilet, si tratta di wc più bidet, è una soluzione salva spazio. Pur avendo un costo elevato dovuto al freno per la diffusione di questi modelli, anche i regolamenti edilizi li prevedono in alternativa ai sanitari in coppia.

Solitamente i due sanitari in un progetto per bagno vengono affiancati. Si tratta di una soluzione pratica e gradevole esterica mente, sono necessari 120 cm per ospitarli entrambi. Meno usuale, ma talvolta necessario, è il porre i sanitari uno di fronte all’altro. In questi casi si devono conteggiare 60cm tra i due sanitari.

Per l’altezza si deve far attenzione per i modelli sospesi, solitamente si conteggiano 40 cm da terra per l’installazione.

[Voti: 0   Media: 0/5]