Grafica 3 D

 

La postproduzione del render, La grafica 3 D è una delle parti più semplici, perchè l’ idea è ormai ben solida nella testa.

Quello che va fatto sarà lavoro di regolazioni, filtri e maschere.

I programmi usati. Per la Grafica 3 D principalmente usiamo Photoshop e After Effects.

Idee per i progetti. Per questo elaborato la mia collega si è ispirata al Giappone.

Avete bisogno di un consiglio da parte di un esperto?

Chiamaci oggi 011 19764 913

Parla con un esperto

Presenta una modellazione in grafica 3D dei Torii   lanterne giapponesi, panchine, lampione tradizionale, piccolo giardino zen a destra, case sull’orizzonte e petali.

La scelta dei oggetti.  Per questa postproduzione, invece, ha usato Photoshop.

La parte sicuramente più lunga e di precisione è stata di posizione per immagini come il cielo, prato, cespugli, alberi, bonsai e l’acqua delle fontane a destra, più le varie ombre, dandogli una profondità.

Luce e colori. Poi si è dedicata alle regolazioni di luce e vari filtri su camera Raw, dando una sfumatura rosea all’immagine finale per ricordare l’atmosfera del ciliegio in fiore in Giappone, rafforzando il colore degli alberi e donando una tinta violacea al cielo.

Opere d’arte.  Questa postproduzione è una fusione di arte tradizionale e modellazione 3D, che si uniscono creando un paesaggio suggestivo, di grande impatto e originalità, con un’atmosfera impressionista tipica di fine 800 dai colori autunnali.

Preso spunto dal quadro “L’ora del riposo durante i lavori dell’Esposizione del 1881” di Filippo Carcano  ricreando in 3D il cancello e le colonne.

Il resto del lavoro è stato aggiunto con la post produzione, come per il paesaggio dietro e i lavoratori (presi dal quadro di Carcano, ritagliandoli e modificando la loro luce).

Ho dedicato più tempo a scegliere i colori giusti per l’atmosfera che volevo avesse l’immagine finale, optando all’ultimo per un sfumatura terra di siena bruciata.

Avete bisogno di un consiglio da parte di un esperto?

Parla con un esperto