IL DESIGN OGGI IN RISTRUTTURAZIONE

IL DESIGN OGGI IN RISTRUTTURAZIONE

GIOVANI E IL DESIGN

 

Dagli anni ’60, quando i pezzi di arredo hanno permesso di comporre un’architettura, l’arredamento era solo una piccola parentesi al suo interno. Oggi la nuova generazione si pone come obiettivo il comporre il proprio habitat e i nostri luoghi di lavoro.

Gli studenti sono l’essenza della creatività. Soprattutto nel campo del design, non si è mai liberi di immaginare il futuro come quando si è in questa fase della vita. Liberi da ogni tipo di costrizione, si trovano, probabilmente, nel posto migliore per gettare le basi di quello che sarà il design e l’architettura d’interni del domani.  Ad esempio, prendiamo in considerazione tre amiche neolaureate all’Accademia di Arte e Design a Wroclaw in Polonia. Loro hanno sviluppato un progetto che separa il contenitore dal contenuto e spinge indietro le pareti, pensando ad un futuro in cui potremmo ovviamente farne a meno.

In effetti, ripensando al concetto d’interno come ad uno spazio vivo, “Maja Górowska”, “Karolina Koryniowska” e “Camila Potocka” in primis sollevano la questione della separazione delle aree: l’evoluzione elementare delle buone maniere non ci spingerebbe verso l’abolizione di muri di qualsiasi tipo, incluso nel nostro interno in corso di una ristrutturazione ? Ed è sullo sfondo di millennial pink che hanno immaginato proprio un modo di vivere senza barriere: “ILES”. Si tratta di una collezione di mobili, che ha la capacità di ricreare spazi abitativi flessibili con funzioni ibride.

 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
No Comments

Post A Comment