Il camino a bioetanolo

camino a bioetanolo

Il camino a bioetanolo

IL CAMINO A BIOETANOLO

 

L’inverno è alle porte e il riscaldamento risulta essere la più grande problematica economica e ambientale.

Negli ultimi anni molte sono le strategie adottate per ottimizzare il riscaldamento evitandone grandi sforzi economici e riducendone le emissioni di CO2 e le polveri sottili in atmosfera.

Una delle soluzioni è il camino a bioetanolo che, integrato al sistema tradizionale, riduce l’impatto ambientale e ne aumenta il valore estetico della casa.

Questa tipologia di caminetto è definito “ecologico” poiché non immette nell aria prodotti nocivi che derivano dalla combustione del petrolio, carbone o derivanti .

Oltre tutto dalla combustione delle biomasse solide come la legna e il pellet.

 

L’installazione di questo sistema a basso costo permette il riscaldamento degli ambienti evitandone l’uso della legna ma anche l’installazione e successiva manutenzione della canna fumaria.

I caminetti a bioetanolo hanno la necessità di una presa d’aria esterna per il necessario ricambio di ossigeno all’interno degli ambienti.

IL FUNZIONAMENTO:

Il bioetanolo è alcool etilico denaturalizzato ottenuto dalla fermentazione di biomasse dalla quale si ottengono sostanze zuccherine di origine vegetale (patate, mais, barbabietole da zucchero).

L’alcool è contenuto in un serbatoio mentre le pietre porose che funzionano come stoppino sono imbevute in questa sostanza consentendone la combustione dei vapori.

La combustione genera Co2 e vapore acqueo.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
No Comments

Post A Comment